EdTech Mexico - luglio 2017 - Arcadia
17032
post-template-default,single,single-post,postid-17032,single-format-standard,qode-quick-links-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-11.0,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive

EdTech Mexico – luglio 2017

Intervista con Giulia Pische – ovvero “l’uomo all’ Avana” di Arcadia. La professionista italiana capta opportunità e cutting-edge trends, best practices e case studies del panorama edtech e digitale. E’ anche presente ai principali eventi e conferenze internazionali in centro- e nord America.

Messico, l’ EdTech e il digitale ?

Città del Messico è una delle metropoli più vibranti e indaffarata che abbia visto. Il numero di meetup ed eventi sui temi dell’ edutech e digitale sono innumerevoli. Le possibilità di trovare soluzioni avanzate e conoscere acceleratori di processi e tecnologie è ampissima. Realtà Aumentata e Virtuale, Blockchain (si tratta di database distribuito, progettato per registrare con sicurezza e con la possibilità di verificare e non alterare, operazioni o contratti tra due o più parti) e AI e Advanced Machine Learning (ML) stanno spopolando anche in Messico.

Particolare l’ EdTech México che si è svolto lo scorso 17 luglio.

Quali i principali temi emersi al meeting ?

Le ricerche di TecLabs – Istituto Tecnologico dell’Università di Monterrey evidenziano:
– Mobile:  La penetrazione degli smartphone è esponenziale. I contenuti e app edtech dovranno essere in futuro “non mobile responsive, ma creati per il mobile”. Il rapporto con i propri device è talmente forte che trascina il trend positivo del BYOD (bring your own device) all’interno delle aziende.
– AR: La combinazione di BYOD e Apple ARKit porteranno le persone a utilizzare il proprio telefono per accedere a contenuti aumentati; es. sarà normale passare accanto a un macchinario, inquadrarlo e capire come funziona
– Quality content: la varietà di template pronti all’uso, MOOC gratuiti e corsi preconfezionati è talmente ampia che per distinguersi bisognerà puntare a contenuti creativi e di alta qualità con la creazione di spazi esperenziali per piccoli gruppi – Virtual Room interattivi
– VR: nel corporate training utile per esperienze di alto livello
Grazie Giulia  Pische – a risentirci alla prossima !